© 2019 by Amici della Festa del Libro - Il sasso nello stagno, creato with Wix.com

Pino Boero

Sono nato a Genova nel 1949, ho insegnato, come professore ordinario, Letteratura per l’infanzia e Pedagogia della lettura presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Genova. Dal 1999 al 2002 ho presieduto il Corso di Laurea in Scienze della Formazione primaria, dal 2002 al 2008 sono stato preside della Facoltà.

I diversi impegni gestionali hanno contribuito a un costante rapporto di attività e di riflessione critica con tutti i livelli del mondo dell’istruzione. A livello universitario ho tenuto rapporti (conferenze e correlazioni di tesi di dottorato) con Francia, Lussemburgo, Svizzera, Svezia, Serbia, Argentina, Brasile, Corea. Faccio parte del Comitato scientifico della Fondazione “Tancredi di Barolo – Museo della Scuola di Torino”; sono stato membro di Giurie di diversi Premi letterari di letteratura per l’infanzia e attualmente sono membro delle Giurie del Premio “Andersen – Il mondo dell’infanzia” e presidente del Premio “Gianni Rodari” di Omegna e della Giuria Adulti del Premio Nazionale Letteratura per l’Infanzia “Sardegna”. Recentemente, su designazione dell’amministrazione comunale di Omegna, sono diventato uno dei due Vicepresidenti della Fondazione Museo Arti e Industrie che ospita l’importante Parco della fantasia Gianni Rodari.

Parallela all’attività critica “maggiore” ho sviluppato negli anni un consistente interesse verso la letteratura per l’infanzia, collaborando a riviste come “Sfoglialibro” e “LG Argomenti”, pubblicando diversi volumi sulla materia ed aprendo la strada fin dagli anni Settanta a una valorizzazione dell’opera di autori come Gianni Rodari, Marcello Argilli, Carlo Brizzolara, Lucia Tumiati. Ho diretto “Memorandum” dell’Einaudi Ragazzi (1997-2008), una collana critica unica in Italia perché esclusivamente destinata ad autori e temi di letteratura per l’infanzia. Ho collaborato lungamente al quotidiano “Il Secolo XIX” di Genova e collaboro alle riviste “Andersen” e “Liber”.